Come difendersi dalla clonazione della carta di debito (bancomat)

Come difendersi dalla clonazione della carta di debito (bancomat) #CartaDiCredito

Quando si parla di clonazione delle carte di debito (bancomat) ci si riferisce all’utilizzo non autorizzato della carta ad opera di falsificatori, impadronitisi in maniera truffaldina dei dati necessari alla duplicazione della carta stessa e del codice PIN. In tal caso i malintenzionati riescono ad effettuare prelievi presso sportelli ATM o fare acquisti, all’insaputa dei titolari delle carte.

Ogni anno in Italia vengono registrati moltissimi di casi di clonazione di carte di debito (e anche clonazioni di carte di credito) perciò conoscere i metodi con cui avvengono è utile per prendere tutte le precauzioni atte a prevenire questo fenomeno ed evitarlo facilmente.

Come avviene la clonazione del bancomat

Nella banda magnetica di una carta di debito (bancomat) sono contenute le informazioni della carta che, associate ad un codice univoco segreto (PIN), consentono all’utente di effettuare prelievi ATM, pagamenti e ricariche. Scopo dei falsificatori è quello di ottenere questi dati.

Un metodo comune per la clonazione delle carte di debito consiste nella manomissione dello sportello del bancomat (ATM). Per la lettura dei dati viene infatti utilizzato un particolare lettore magnetico denominato skimmer che è in grado di registrare su una memoria interna, i dati della banda magnetica del bancomat. Successivamente, attraverso un PC, questi vengono trascritti dai falsificatori su una carta vergine con le stesse caratteristiche di una carta di debito.

Lo skimmer viene quindi collocato al posto del normale lettore; per rubare il codice PIN viene poi adoperata una microcamera camuffata e collocata in direzione del tastierino numerico. In altri casi è invece sovrapposta una tastiera simile a quella originale per registrare direttamente i codici digitati.

In caso di clonazione della carta di debito (bancomat), è possibile bloccare la carta e richiedere il rimborso alla banca che provvederà a restituire la somma sottratta, dopo aver effettuato opportuni controlli.

 Difendersi dalla clonazione della carta di debito è possibile

Ecco alcuni consigli:

  • Diffidare di uno sportello ATM qualora ci si accorga di manomissioni, fori, doppia fessura di introduzione della carta, o qualunque altro particolare che desti i nostri sospetti.
  • Coprire con una mano il tastierino numerico, quando si digita il codice PIN, nel caso una micro telecamera installata da truffatori tenti di carpire i dati. Osservare quindi con attenzione anche la parete in alto dello sportello.
  • Evitare, se possibile, di prelevare presso sportelli ATM isolati o collocati in zone poco frequentate, preferendo sportelli ubicati in posti trafficati, meglio se all’interno della banca.
  • Richiedere la sostituzione della carta bancomat nel caso in cui fosse di vecchia generazione e quindi non provvista di chip elettronico, difficilmente clonabile. Evitare di allontanarsi durante il pagamento in un locale pubblico, in attesa che il terminale POS completi l’operazione. Attendere quindi la stampa della ricevuta e ritirare personalmente la carta.
  • Abilitare le notifiche SMS; questo consentirà di scoprire anticipatamente un eventuale uso improprio della carta.
  • Conservare gli scontrini degli acquisti effettuati con la carta di debito (bancomat), controllare periodicamente l’estratto conto e verificare la corrispondenza delle somme spese.

Come bloccare le carte Webank

Webank ha a cuore la sicurezza dei suoi clienti, infatti utilizza le più innovative tecnologie antifalsificazione e fornisce una continua assistenza telefonica. Qualora si sospetti una manomissione dello sportello ATM, o non venga restituita la carta dopo un’operazione, o in caso di smarrimento, allertare il personale della banca e contattare telefonicamente i numeri utili, attivi 24 ore su 24, messi a disposizione da Webank per richiedere il blocco della carta:

  • 800 822856 (dall’Italia)
  • 0039 02 60843768 (dall’estero).

*Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Per le condizioni economiche e contrattuali fare riferimento ai Fogli Informativi disponibili nella sezione Trasparenza del sito www.webank.it.