Modello 730 precompilato, ecco come funziona

Modello 730 precompilato, ecco come funziona #ContoCorrente

Il modello 730 è un modulo necessario per presentare la propria dichiarazione dei redditi, dedicato a chi percepisce una delle seguenti tipologie di reddito:

  • redditi di lavoro dipendente, ad esempio lo stipendio di un impiegato;
  • redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, ad esempio i compensi dei soci delle cooperative e le borse di studio;
  • redditi dei terreni e dei fabbricati;
  • redditi di capitale (ad esempio, i compensi derivanti dalla partecipazione in enti o società);
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la Partita Iva;
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

La comodità del modello 730 sta nel fatto che i rimborsi, quando riconosciuti, avvengono direttamente in busta paga o nella rata della pensione; qualora, invece, risultino somme da pagare, queste saranno trattenute dai medesimi strumenti. Tutto quello che il contribuente deve fare è presentare i dati relativi al reddito del lavoro o della pensione, le spese detraibili (assegni di mantenimento, spese mediche, scolastiche, ecc.), qualunque spesa deducibile che riduce l’importo delle tasse da pagare al fisco.

Cos’è il modello 730 precompilato

Il modello 730 precompilato è uno strumento messo a disposizione dei lavoratori dipendenti e dei pensionati dall’Agenzia delle Entrate, ottenuto attraverso l’inserimento di alcuni dati ad opera del Fisco. Si fa riferimento, in particolare: agli oneri deducibili o detraibili comunicati al Fisco; ai dati contenuti nella Certificazione Unica (il documento con cui si certificano i redditi percepiti nell’anno precedente); ad alcune delle informazioni relative alla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente.

Il modello 730 precompilato può essere accettato così come preposto, oppure è possibile integrarlo e modificarlo prima che sia inviato all’Agenzia delle Entrate. Resta ferma la possibilità, per il contribuente, di procedere alla dichiarazione dei redditi ordinaria senza l’utilizzo del modulo, così come predisposto dalla Pubblica Amministrazione. Attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate è anche possibile verificare se si ha diritto al rimborso di una certa somma di denaro o è necessario effettuare un versamento.

Il conto Webank e i servizi di pagamento delle tasse

Tutti coloro che hanno un conto Webank possono procedere al pagamento di imposte e tasse con ricevuta online (disponibili i modelli F23 ed F24). Accanto a questo servizio, il conto Webank consente di disporre bonifici, ricaricare il cellulare e le carte prepagate, domiciliare le utenze, addebitare il Telepass.


*Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Per le condizioni economiche e contrattuali fare riferimento ai Fogli Informativi disponibili nella sezione Trasparenza del sito www.webank.it.