Come richiedere un mutuo

Come richiedere un mutuo #Mutuo

Secondo il codice civile, il mutuo è un contratto con il quale una parte consegna all’altra una determinata quantità di denaro, e l’altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e qualità.
Per richiedere il denaro, e quindi ottenere il prestito, devi innanzitutto scegliere la banca. Puoi scegliere secondo i criteri che preferisci, ovviamente è importante informarsi in modo adeguato.

Richiesta del mutuo: partiamo dalla domanda

Una volta individuata la banca a cui desideri rivolgerti, devi compilare con la massima precisione la domanda di finanziamento in tutte le sue parti.
La domanda di mutuo è predisposta sotto forma di questionario. Dovrai inserire diversi dati, tra i quali:

  • Dati anagrafici;
  • Residenza;
  • Varie informazioni riguardanti la tua abitazione (cioè devi indicare se sei in affitto, in proprietà o se abiti presso terzi; descrivere l’unità immobiliare e le sue pertinenze; specificare il valore della costruzione);
  • La composizione del tuo nucleo familiare e le persone a tuo carico;
  • Informazioni riguardanti la tua occupazione attuale (se sei dipendente o lavoratore autonomo; la tua anzianità lavorativa; il settore in cui lavori; e se sei dipendente, dovrai indicare anche il tuo datore di lavoro e la tua qualifica);
  • Una dichiarazione di non avere debiti ovvero di averne (e in quest’ultimo caso dovrai precisare l’importo e l’identità dei creditori).

Parere di fattibilità e invio documentazione

A seconda di quanto inserito nella domanda di mutuo, la banca esprime un primo parere di fattibilità sull’operazione. Ottenuto il parere di fattibilità sul finanziamento richiesto dovrai inoltrare alla banca tutta la documentazione necessaria per confermare quanto già dichiarato informalmente nella richiesta di mutuo.

In particolare, se sei un lavoratore dipendente dovrai inoltrare all’istituto: una dichiarazione del datore di lavoro che attesta la tua anzianità di servizio; l’originale dell’ultimo cedolino dello stipendio e copia del modello CUD (in alternativa copia del mod. 730 o “Unico”).

Se sei un lavoratore autonomo o un libero professionista dovrai invece fornire: copie del modello “Unico” (ex. Modello 740); estratto della Camera di Commercio Industria e Artigianato(C.C.I.AA.); se professionista, attestato di iscrizione all’ Albo professionale cui appartieni.

In ogni caso, a integrazione dei documenti sopra elencati, te ne saranno richiesti altri, tra i quali ad es. il certificato di nascita e il certificato di stato civile.

La banca, una volta acquisita tutta la documentazione ed effettuati ulteriori accertamenti (ad esempio sul bene offerto in garanzia), delibera il finanziamento. A delibera avvenuta la banca te ne darà immediata comunicazione e verrà fissata la data della stipula dell’atto pubblico di finanziamento (che costituisce l’atto di concessione formale del fido).

Per scoprire come calcolare la rata del mutuo, leggi qui.

Aiutaci a diventare la tua banca ideale proponendoci la tue idee, consigliandoci dei miglioramenti o suggerendoci le funzionalità che ti piacerebbe poter sfruttare.

biancl • 12/01/2016

E' possibile avere nel sito e nell'app mobile un contatore per sapere quanto è possibile spendere ancora mensilmente con il bancomat?

Partecipa anche tu