Bollo su conto corrente: cos’è e come si calcola l’imposta

Bollo su conto corrente: cos’è e come si calcola l’imposta #ContoCorrente

Negli ultimi anni sono state apportate alcune modifiche alla disciplina relativa all’imposta di bollo su conti correnti e altri strumenti finanziari. Nel 2012, è entrata in vigore l’imposta di bollo sui conti correnti sia per le persone fisiche che per le persone giuridiche.

A quanto ammonta e come si calcola l’imposta di bollo sul conto corrente

L’imposta di bollo sul conto corrente si rivolge a tutti possessori di conto correnti e viene addebitata trimestralmente qualora la giacenza  media trimestrale superi i 5000€.

L’importo da pagare è calcolato in misura fissa: nel caso di estratto conto bancario per i conti delle persone fisiche ammonta a 34,20 euro, mentre per soggetti diversi è pari a 100,00 euro. Solitamente viene ripartita nel corso dell’anno con applicazione trimestrale, in coincidenza con la rendicontazione. In mancanza di rendiconto nel corso dell’anno i calcoli della giacenza media vengono effettuati su base annuale, anziché trimestrale, e vengono addebitati direttamente il 31 dicembre.

Se il correntista, persona fisica, possiede un valore medio di giacenza inferiore ai 5.000 euro, l’imposta non è dovuta. Vi è l’esenzione dell’imposta anche nel caso in cui il valore medio della giacenza risulti essere negativo.

Per calcolare il tuo valore di giacenza media e quindi capire se l’imposta di bollo è dovuta o meno, devi effettuare un piccolo calcolo: addiziona i saldi giornalieri del tuo conto corrente, dividili poi per il numero dei giorni di rendicontazione e infine pondera la giacenza media di ciascun rapporto, calcolato in precedenza, per la quota di detenzione. In questo caso, si intende per giacenza media la media dei saldi contabili giornalieri di ciascun conto corrente in un dato periodo.

La verifica della giacenza complessiva del correntista deve essere eseguita in occasione di ogni rendiconto. Se in seguito al calcolo risulta che la tua giacenza media è superiore a 5.000 euro, ricorda che l’imposta andrà applicata in riferimento a tutti i rapporti di conto corrente a te intestati.

Aiutaci a diventare la tua banca ideale proponendoci la tue idee, consigliandoci dei miglioramenti o suggerendoci le funzionalità che ti piacerebbe poter sfruttare.

biancl • 12/01/2016

E' possibile avere nel sito e nell'app mobile un contatore per sapere quanto è possibile spendere ancora mensilmente con il bancomat?

Partecipa anche tu