Come aprire un conto deposito in pochi e semplici passaggi

Come aprire un conto deposito in pochi e semplici passaggi #ContoCorrente

Il conto deposito è un prodotto finanziario simile a un conto corrente bancario, la cui finalità principale è il rendimento del denaro depositato. L’obiettivo è ottenere degli interessi superiori rispetto a quelli di un conto corrente, sul patrimonio investito.

Deposito libero e vincolato

La somma di denaro depositato per un certo lasso di tempo produce una remunerazione proveniente dal tasso d’interesse. Il conto deposito, che necessita sempre di un conto corrente d’appoggio, può essere di due tipologie: conto deposito libero e conto deposito vincolato.

Conto deposito libero:

  • Si può chiudere in qualsiasi momento.
  • Si possono prelevare e versare quantità di denaro liberamente.
  • Si possono versare importi anche minimi.
  • Il suo rendimento è superiore al conto corrente ma inferiore al conto deposito vincolato.

Conto deposito vincolato:

  • Per poter usufruire degli interessi è necessario non prelevare parzialmente né totalmente la somma vincolata
  • I tassi di rendimento sono più alti rispetto al deposito libero e proporzionali alla durata del vincolo.
  • Per poterlo aprire è necessaria una somma minima di denaro (che varia dai 1.000 ai 2.000 euro).

In funzione del proprio identikit di risparmiatore e delle necessità personali, si può scegliere l’una o l’altra opzione di risparmio.

Quando conviene aprire un conto deposito

La finalità del conto deposito è, innanzitutto, il risparmio e, in un secondo tempo, l’investimento sicuro del proprio capitale. È, quindi, il prodotto a cui pensare quando si vuole fare fruttare una certa somma di denaro senza correre rischi.

Si tratta, infatti, di un conto nominativo garantito dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FIDT), ovvero un consorzio tra banche italiane e riconosciuto dalla Banca d’Italia, che costituisce un sistema di salvaguardia dei correntisti. La sua missione è infatti quella di indennizzare fino a un massimo di 100mila euro il correntista, nel caso in cui l’istituto bancario al quale abbia affidato i suoi risparmi non possa assolvere i propri impegni.

Come aprire un conto deposito in pochi passi

Un conto deposito può essere aperto in qualsiasi istituto bancario, sia recandosi direttamente in filiale, sia tramite l’online banking.

La procedura d’apertura è rapida, semplice e a costo zero:

  1. Procurarsi una fotocopia dei documenti d’identità personali (e quella di eventuali cointestatari del conto): carta d’identità, codice fiscale, certificato di residenza (richiesto a seconda dell’istituto bancario), IBAN del conto di appoggio.
  2. Richiedere il contratto e leggerlo attentamente prima di firmarlo.
  3. Consegnare contratto e documenti e ricevere la conferma dalla banca per poter iniziare a operare.

La procedura dell’online banking risulta molto più comoda, poiché si potranno effettuare gli stessi passaggi online, evitando perdite di tempo.

Che cos’è il deposito di risparmio di conto Webank

Il deposito di risparmio di conto Webank è un prodotto che, con il deposito libero, permette la disponibilità del denaro in ogni momento (i trasferimenti da e verso il conto sono immediati e gratuiti) pur non cessando di generare guadagni.

Le linee vincolate sono un’opzione in più ed offrono rendimenti ancora più vantaggiosi. Il tasso è fissato per tutto il periodo del vincolo (da un minimo di 3 a un massimo di 18 mesi) e i guadagni sono direttamente proporzionali alla durata.

In qualsiasi momento, comunque, il capitale può essere svincolato, senza pagare penali e rinunciando semplicemente agli interessi accumulati, legati alla durata del vincolo.


*Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Per le condizioni economiche e contrattuali fare riferimento ai Fogli Informativi disponibili nella sezione Trasparenza del sito www.webank.it.

Aiutaci a diventare la tua banca ideale proponendoci la tue idee, consigliandoci dei miglioramenti o suggerendoci le funzionalità che ti piacerebbe poter sfruttare.

biancl • 12/01/2016

E' possibile avere nel sito e nell'app mobile un contatore per sapere quanto è possibile spendere ancora mensilmente con il bancomat?

Partecipa anche tu