5 cose da fare se ti clonano la carta di credito

5 cose da fare se ti clonano la carta di credito #CartaDiCredito

Ad oggi esistono diverse procedure di tutela e sicurezza per l’utilizzo delle carte di credito, ma la prudenza ed il buon senso, quando si è in possesso di una carta di credito, sono assolutamente sempre necessari.

La prima cosa da fare, per avere la possibilità di controllare tutti i movimenti di transazione della carta di credito è attivare il servizio di alert via SMS o via email messo a disposizione dalla vostra banca che vi segnalerà ogni spesa effettuata in tempo reale; fate attenzione alle truffe telematiche ed affidatevi a transazioni online in ambienti sicuri e certificati.

Cosa fare se ti clonano la carta di credito

Niente paura! Se dovessero clonarvi la vostra carta di credito, sarà sufficiente seguire alcuni passaggi, per tutelare la vostra privacy e i vostri risparmi.

1. Bloccare la propria carta di credito

La prima cosa da fare se ti clonano la carta di credito, infatti, è chiamare il numero verde messo a disposizione dalla tua Banca, sia se ti trovi in Italia sia se sei in soggiorno all’estero. Il numero verde, così come i numeri dedicati all’assistenza, sono attivi 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Dopo tale richiesta, il blocco della tua carta sarà immediato: da questo momento, infatti, non sarà più possibile operare transazioni – sia lecite sia illecite.

2. Consultare in modo puntuale il proprio estratto conto

Se non hai attivato un servizio di alert via SMS – che ti notifica ogni transazione – è assolutamente necessario consultare il proprio estratto conto e procedere ad una verifica accurata di tutti i movimenti effettuati. È necessario avere un occhio di riguardo per le cifre più piccole: se ti clonano la carta di credito solitamente non verranno mosse in modo illecito grandi cifre. Tracciare ogni illecito è fondamentale per ottenere il totale risarcimento dei danni.

3. Sporgere denuncia

Rivolgersi alle forze dell’ordine per sporgere denuncia contro ignoti è fondamentale. In primo luogo, ciò permette alle autorità di tracciare in modo puntuale gli illeciti in questo campo e, di conseguenza, le facilita nel mettere a punto meccanismi che rendano il processo sempre più difficile. Poi, questo “secondo passo” risulta fondamentale per riuscire a non disperdere i risparmi sottratti dalla vostra carta;

4. Richiedere il risarcimento dei danni subiti

Per recuperare i soldi sottratti in modo illecito, è necessario inviare entro due giorni alla propria Banca una copia della denuncia precedentemente effettuata, l’estratto conto per segnalare i movimenti illeciti e compilare un modulo chiamato fast claim volto a contestare le transazioni effettuate a tua insaputa. Il servizio di assistenza clienti sarà il miglior alleato per procedere al meglio con questa fondamentale operazione. La tua Banca – una volta provata la frode – procederà con la restituzione del denaro sottratto;

5.Riattivazione di una nuova carta di credito

Una volta bloccata la carta e aver proceduto con la richiesta risarcimento danni, vi sarà recapitata una nuova carta, che sarà necessario attivare, anche comodamente da casa, grazie al servizio home banking della tua Banca. Non dimenticate di riattivare eventuali domiciliazioni delle utenze e di tutti quei servizi collegati alla tua carta.

Aiutaci a diventare la tua banca ideale proponendoci la tue idee, consigliandoci dei miglioramenti o suggerendoci le funzionalità che ti piacerebbe poter sfruttare.

biancl • 12/01/2016

E' possibile avere nel sito e nell'app mobile un contatore per sapere quanto è possibile spendere ancora mensilmente con il bancomat?

Partecipa anche tu